Benvenuti nel sito della Biennale delle Memorie

Concerto: “Patarag” con l’Ensemble Florilegium Vocis

La musica per la memoria in occasione del centenario del genocidio armeno
27 set 2015
20:30
Biblioteca comunale, Palazzo Ducale - Martina Franca
Biennale delle Memorie

Concerto: “Patarag” con l’Ensemble Florilegium Vocis

Concerto di musiche armene Patarag, Ensemble Florilegium Vocis (in occasione del centenario del genocidio armeno), con l’Associazione Bari Musica Armena e l’Ambasciata di Armenia in Italia. Partecipa Sargis Ghazaryan, Ambasciatore Armeno in Italia. Introduce Adelina Cüberyan von Fürstenberg, curatrice del Padiglione della Repubblica Armena alla 56esima Biennale Internazionale d’Arte di Venezia, febbraio 2015.

Poco si conosce della musica e dei compositori armeni, popolo travagliato e noto alle cronache soprattutto per il genocidio del 1915 e della successiva diaspora. Il concerto è un’occasione per ascoltare una composizione di un autore vissuto a cavallo tra il XIX ed il XX secolo: Padre Komitas (Komitas Vardapet), un religioso che fu tra l’altro attento studioso del folklore ed è tuttora ricordato come il «Bartòk armeno». Padre Komitas, che nel 1915 fu inviato in esilio, sopravvisse alla tragedia del suo popolo ma ne fu profondamente segnato e terminò i suoi giorni in una clinica psichiatrica di Parigi. Nella sua produzione musicale è compresa una composizione estremamente suggestiva intitolata Patarag (Liturgia Divina) per coro a cappella. La musica di Padre Komitas eseguita dal gruppo vocale Florilegium Vocis diventa lo spunto per una riflessione sulla storia armena e per la prima esecuzione assoluta di alcune nuove composizioni di autori contemporanei ispirate a quelle tristi vicende, Lanaro, Morra, Da Rold, Durighello.

Ensemble Florilegium Vocis
direttore Sabino Manzo

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On Google PlusVisit Us On PinterestVisit Us On Youtube