Benvenuti nel sito della Biennale delle Memorie

Bach, ieri e oggi

A 330 anni dalla nascita di Johann Sebastian Bach
26 set 2015
18:00
Fondazione Paolo Grassi - Martina Franca

Bach, ieri e oggi

A 330 anni dalla nascita di Johann Sebastian Bach (Eisenach 1685 – Lipsia 1750) ricordiamo colui che è universalmente considerato come uno dei più grandi musicisti di tutti i tempi, le cui composizioni furono ritenute dai contemporanei ‘all’antica’ per lo stile legato alla tradizione polifonica del Rinascimento. Solo nei primi anni dell’Ottocento, grazie al musicologo tedesco J.N. Forkel, autore della prima biografia del compositore, ebbe inizio la rinascita bachiana.

Johann Sebastian Bach è il plesso solare della storia della musica moderna; se la composizione strutturata per eccellenza, la Fuga, è diventata il simbolo del suo pensiero musicale, la stessa identificazione si trova con il Concerto italiano, la Suite francese, il Mottetto e la Passione tedesca. L’immagine tradizionale del superstite della cultura luterana in seno all’Illuminismo si è ormai trasformata in quella del genio del suo tempo, versato in tutti gli aspetti della creazione musicale, sacra, profana, vocale e strumentale: su tutto, Bach imprime il sigillo di una  inconfondibile unità stilistica.” (Giorgio Pestelli)

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On Google PlusVisit Us On PinterestVisit Us On Youtube